Lode al dubbio e alla domanda


L’importante è non accontentarsi. Non prendere per buono. Guardate Mosè. Ha ricevuto dieci comandamenti. Li ha presi subito per oro colato. Su nessuno ha detto la sua. Per esempio: ‘non desiderare la donna d’altri’; avrebbe potuto chiedere: ‘Dio, ma se è lei a desiderarti?’; oppure: ‘l’uomo di un’altra invece si può desiderare?’; o ancora: ‘ma poi, in definitiva, cosa vuol dire appartenere ad un altro?’; o più semplicemente: ‘non si potrebbe fare un’eccezione su questo punto particolare?’. Invece li ha presi tutti per buoni. Non ha chiesto, non ha interloquito. Invece bisogna interloquire. Dubitare sempre, chiedere chiarimenti, esprimere opinioni. Così si cambia il mondo, chiedendo pazientemente, partecipando. In altre parole, rompendo i coglioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...